12 ottobre 2011

“Il blogger che inguaia il ministro inglese”

Io, per T-Mag

Candidato a sito rivelazione dell’anno ai Macchianera Blog Awards 2011 (“rivelazione de che?”, si chiedeva qualche giorno fa Christian Rocca), Nomfup è balzato agli onori della cronaca. Quest’ultimo è un blog collettivo dedicato alla comunicazione politica e uno dei suoi autori, Filippo Sensi (firma di Europa, oltretutto), si è reso protagonista di una scoperta che per poco non ha costretto un ministro britannico alle dimissioni. “Il blogger italiano che ha messo nei guai il ministro inglese”, hanno titolato non a caso molti quotidiani nostrani. La vicenda, in verità, era già abbastanza nota e da tempo i media inglesi erano alla ricerca di un qualche particolare che inchiodasse Liam Fox, titolare della Difesa, a causa del coinvolgimento un po’ troppo ambiguo di un suo ex coinquilino nonché testimone di nozze, Adam Werritty. 
L’uomo è stato sempre al fianco del ministro, lo accompagnava in giro per il mondo e si presentava come suo consigliere pur non avendone le credenziali. Disponeva anche di uffici, naturalmente a spese dei contribuenti. Così Filippo Sensi si è messo a frugare tra Google e YouTube fino a quando non si è imbattuto in alcuni filmati che mostrano un viaggio di Fox e Werritty nello Sri Lanka. Neanche il tempo di “postare” lo scoop che ciò gli era valso il link diretto dal sito del Guardian nonché l’indomani la prima pagina dell’Observer.