14 ottobre 2011

“Non lo so” (e due)

Di tutte le volte che gli è stata rivolta la domanda, questa era la più sensata. Peccato soltanto che, come al solito, Bossi abbia risposto: “Non lo so”. 
No, sul serio. Credo che non mi basterebbe un’intera giornata per contare i “non lo so” di Bossi negli ultimi mesi. E se oggi, dato il voto di fiducia, c’era una buona ragione per chiedergli quanto il governo potrà ancora tenere, beh, ecco, vengono decisamente sconfessate le altre innumerevoli circostanze. 
Le domande dei cronisti a Bossi valgono le richieste di dimissioni a Berlusconi del Pd: sono inutili.