2 maggio 2012

Passata la sbornia

Finita la musica del Concertone, come notava un mio conoscente su Facebook, tocca tornare a fare i conti con la dura realtà. Che al 2 maggio è anche peggiore di quella del giorno prima. Non si canta, non ci si diverte, non ci si distrae. Si leggono però i dati dell’Istat, soli all’interno della propria stanza, che dicono: disoccupazione al 9,8%, quella giovanile al 35,9%. 
Che poi mi riferiscono – non posso non fidarmi, non avendolo visto neppure in tv – che il Concertone è stato così così. Segno dei tempi?