2 novembre 2012

Le idee positive. Non buone. Positive

Mercoledì siamo stati al comitato elettorale per Bersani 2013 per intervistare Tommaso Giuntella (coordinatore nazionale) e Alessandra Moretti (portavoce). Senza retorica, quello che ho visto e percepito è stato un entusiasmo sincero e tanta voglia di fare buona politica. Che vuol dire niente, lo so, visto che di questi tempi tutti aspirano al bene comune, alla politica responsabile, eccetera eccetera. Però vedere quei volti per lo più giovani e non rottamabili (non perché giovani) è stato qualcosa di positivo. Poi c’è il politichese che investe i giovani quanto le persone navigate, ma questo è un altro discorso. 
Vabbè, questo pippone solo per osservare che c’è ancora in giro chi intende fare qualcosa di utile per il Paese. Di per sé sembrerebbe una cosa ovvia, ma lo scoraggiamento che emerge (basta recarsi in un qualsiasi bar di un qualsiasi quartiere di un qualsiasi centro per rendersene conto) può essere colmato da idee positive. Non dico giuste o sbagliate, che quelle sono sempre i risultati e la storia a giudicarle. Dico positive, e ritengo che sia già molto. Spero di trovare un clima simile anche altrove, nel prossimo futuro.