7 dicembre 2012

Il problema

Il problema, in definitiva, non è tanto Berlusconi che riscende in campo, no. Se ne parla dall'estate, tra smentite, annunci roboanti e ripensamenti. Il problema sono gli sgherri che gli ruotano attorno, che affermano convintamente che la gioiosa macchina da guerra bersaniana si possa sconfiggere solo con lui nel pieno della lotta elettorale. Il problema è rappresentato da coloro che ritengono il ritorno di Berlusconi l'unico antidoto alla sinistra e all'antipolitica, che dichiarano con presunta cognizione di causa che con lui, finalmente, si tornerà a parlare di economia e dei disagi della gente. Il problema, in Italia, non è l'assenza di un ricambio generazionale, ma l'individuale incapacità ad ammettere i propri errori e l'eterna gratitudine per qualcosa di assolutamente effimero. 
L'irresponsabilità è il problema, ecco.