29 marzo 2013

Renzi va dove vuole

La letteratura in materia vorrebbe Matteo Renzi un novello Obama alla fiorentina. L'equivoco si è venuto a creare dopo le attenzioni che gli hanno riservato oltreoceano (anche ai tempi di quando era candidato a sindaco). Non ho mai condiviso le forzate similitudini tra i due. Se proprio dovessi azzardare un confronto lo paragonerei – con i dovuti distinguo – a Tony Blair. Però a fare come fa Renzi che va ad Amici è un atteggiamento più obamiano che blairiano, questo sì. E non vedo dove sia il problema, a dirla tutta

Ho ascoltato parole, visto faccette ironiche sull’annunciata partecipazione di Matteo Renzi ad Amici in prime time. Perche’ ? Dove dovrebbe andare ? Ancora in uno dei talk shows della chiacchera politica ? Solo in quelli ? Uno che fa politica va dove ritiene che la sua voce possa essere ascoltata. Ai giardinetti, sulla rete, dove gli pare. In America funziona cosi’. Obama e’ andato di piu’ nell’ultimo ciclo elettorale nelle trasmissioni altre. Poi comizi, incontri privati con donors e tanto web. Anzi, nella televisione esclusivamente politica ( con due eccezioni ) zero apparizioni. Mi sembra che abbia vinto.