13 novembre 2013

Falchetti e giornalisti


L'altro giorno, dopo una discussione in redazione, ho scherzato su Twitter: Il #giornalismo è morto, la #politica è morta e neanch'io mi sento tanto bene. Scherzavo, ma non troppo. 
Mi pare del tutto evidente che il ragazzo non sapesse neppure perché era . Il problema non è lui, che non rappresenta un bel niente, ma i giornalisti ai quali non è parso vero di avere tra le mani il personaggio del giorno. È una domanda che pongo, senza polemica: valeva la pena mettere un giovane sbarbatello, ignaro di ciò che stava facendo (c'erano i suoi genitori, afferma), alla berlina? Per dimostrare cosa? L'inutilità della cena di Berlusconi con i “falchetti”? 
Siamo seri: non serviva (ehm) l'intervista al ragazzo per capirlo.